SEI IN > VIVERE GROSSETO > CRONACA
articolo

Lotta all’abusivismo e al lavoro nero: skipper si fa pagare “in nero” di fronte la caserma della GdF

2' di lettura
44

Proseguono le attività di controllo economico-finanziario in tutta la Provincia da parte dei finanzieri maremmani coordinati dal Comando Provinciale Grosseto. I servizi sono orientati a sviluppare segnalazioni ed alert di più consistenti elementi di evasione fiscale e violazioni contributive e lavorative.

Il livello di attenzione “sempre alto” nel delicato settore istituzionale è testimoniato anche dalla singolare vicenda che ha come protagonista uno skipper fiorentino impiegato a bordo di un catamarano di circa 20 metri, di proprietà di una società con sede in Roma.

L’uomo infatti, al termine di una crociera di cinque giorni effettuata all’Isola d’Elba, ha avuto l’avventata idea di sbarcare i passeggeri (un gruppo di stranieri dell’est Europa) proprio di fronte l’ingresso della caserma della Guardia di finanza di Castiglione della Pescaia (GR) e di farsi pagare parte del noleggio (circa 800 euro) in contanti ed “al nero”.

La cosa però non è passata inosservata poiché a controllare quanto stava avvenendo vi erano gli occhi attenti dei militari che, dalla finestra del piano superiore della Tenenza, non appena si sono resi conto di quanto stava accadendo, sono prontamente usciti dalla caserma identificando sia i passeggeri che lo skipper.

Sin dalle prime battute appariva chiaro quanto era successo e pertanto, al fine di procedere ad un controllo più accurato, veniva interessata anche la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Porto Santo Stefano che, prontamente, faceva confluire sul posto una propria unità navale. La sinergia tra le due componenti della G. di F., terrestre e navale, permetteva di procedere a contestazioni amministrative sia nei confronti della società armatrice, in relazione alla mancata emissione del documento fiscale oltre che all’effettuazione dell’attività abusiva di noleggio ed all’assunzione “a nero” dello skipper, nonché nei confronti del medesimo per esercizio dell’attività di noleggio privo delle necessarie abilitazioni nautiche.

Questi interventi proseguiranno senza sosta a tutela dei cittadini e dell’economia legale, nonché per fornire anche una concreta risposta di legalità agli imprenditori che lavorano in regola ed alle Associazioni di categoria con le quali c’è un costante fattivo rapporto di collaborazione.



Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2023 alle 10:41 sul giornale del 21 giugno 2023 - 44 letture






qrcode