SEI IN > VIVERE GROSSETO > CRONACA
articolo

Contrasto allo spaccio di droga con le unità cinofile antidroga “Banda” e “Dankan”

2' di lettura
24

La Guardia di Finanza di Grosseto prosegue la propria azione di contrasto ai traffici illeciti e allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti su tutta la Provincia, con particolare attenzione alle zone più esposte a tali fenomenologie.

Nell’ultimo anno sono stati molteplici gli interventi eseguiti sul territorio che hanno portato alla verbalizzazione di 182 soggetti, di cui 84 segnalati al Prefetto per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale, 98 denunciati all’A.G (13 in stato di arresto) con il sequestro di oltre un chilo e mezzo di sostanze stupefacenti tra cui cocaina, eroina, hashish e marijuana.

In tale contesto, anche nei giorni scorsi militari della Guardia di Finanza di Grosseto hanno disimpegnato diverse attività, spesso coadiuvati dalle unità cinofile antidroga con i pastori tedeschi “Banda” e “Dankan”, in forza insieme ai rispettivi conduttori al Gruppo di Grosseto. Tali unità vengono costantemente impiegate anche fuori Provincia per soddisfare le esigenze dei Comandi limitrofi, in occasione di eventi culturali e sportivi che richiamano molte persone e per supportare le operazioni di prevenzione e repressione dei traffici illeciti.

Nel periodo in considerazione l’attività di prevenzione e repressione ha interessato, prevalentemente, luoghi di aggregazione, le più importanti strade di accesso alla città, nonché le aree destinate alla confluenza dei trasporti urbani ed extraurbani, quindi stazioni ferroviarie e capolinea degli autobus. Le specifiche azioni – poste in essere nell’ambito del più generale dispositivo di controllo economico del territorio – mirano ad assicurare, nelle aree ritenute maggiormente sensibili, la presenza di unità del Corpo in borghese ed in uniforme capaci di garantire la necessaria prevenzione e repressione degli illeciti economico-finanziari, ivi compreso lo spaccio di sostanze stupefacenti in danno anche di minori.

Tali attività, coerentemente alle linee di indirizzo impartite dall’Autorità di Vertice del Corpo, testimoniano ancora una volta il costante presidio attuato dalle Fiamme Gialle su tutto il territorio di competenza, impegnate a fare in modo che i luoghi di pubblico ritrovo costituiscano spazi di sana frequentazione, a tutela della collettività, in particolare dei più giovani e dell’ordine pubblico in generale.

I controlli continueranno incessantemente, sia nel Capoluogo che in tutta la Provincia grossetana.



Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2023 alle 10:42 sul giornale del 27 aprile 2023 - 24 letture






qrcode